Chi Siamo

“In ricordo di Danilo”

Gli occhi di Danilo si sono chiusi dopo il suo calvario lunedì sera alle ore ventidue, ma non per sempre: erano le finestre della sua anima, lo specchio riflettore del suo intimo fortemente provato ma non sconfitto dalla sua tremenda malattia.
Con i suoi occhi ringraziava sempre Milva che lo ha assistito con infinito amore e dedizione, ogni giorno e ogni notte del suo cammino, fino in fondo.
Gli occhi di Danilo abbracciavano tutti coloro che lo hanno avuto vicino: le figlie, i genitori, il fratello con la sua famiglia, tutti i parenti, gli amici…anche me, Suor Giovanna… e Gesù, che volentieri riceveva da noi nel Sacramento dell’Eucarestia.
Gli occhi di Danilo hanno abbracciato i suoi compagni della scuola elementare degli Spalti, dopo che lo hanno ritrovato dopo tanti anni (non poteva essere che lui il presidente della ONLUS che ha preso il nome della loro Scuola). Con il loro aiuto è stato al centro delle manifestazioni di sensibilizzazione e di solidarietà per combattere questa malattia, al Manzoni e altrove.
Questi amici sono riusciti ad accompagnarlo anche allo Stadio di Firenze per fare il tifo alla sua tanto amata squadra dell’ Inter.
Domenica sera con il babbo aveva voluto vedere alla televisione la partita ….ed era già visibile il suo imminente declino fisico.
Tanti personaggi famosi dello sport e dello spettacolo Danilo, hanno voluto esserti vicino e tu con gioia gli hai accolti nella quotidiana palestra del tuo cappezzale.
I tuoi occhi, Danilo, hanno saputo scegliere ogni singola lettera che il tuo sacrosanto computer ti faceva comporre per salutare chi veniva a trovarti e per le e-mail che inviavi agli amici (se non lo facevi con la tabella alfabetica di plastica, che la Milvia sapeva ben usare, per captare i tuoi pensieri, anche con poche iniziali). Nessuno di noi qui presente ti potrà dimenticare, caro Danilo, per il coraggio con cui hai affrontato questa malattia, per la testimonianza di unità e di amore che hai dato a tutti, insieme alla tua meravigliosa moglie, le tue bimbe, i tuoi amici.
Hai saputo estrarre da tutti quell’affetto sincero che non solo ti era dovuto…(non nella forma del pietismo) ma che, con gioia, tutti hanno condiviso con te.
Ora per sempre i tuoi occhi rimarranno aperti dal Cielo di Dio sui tuoi carissimi familiari, su tutti noi tuoi amici e …fissati nello sguardo amoroso di Cristo Crocifisso e risorto, godono già in eterno di quella pace che la tua e la nostra fede ci fa sperare per tutti.

Addio, caro Danilo, prega per noi e noi per te.
Don Alessandro Marini

ASSOCIAZIONE SPALTI ONLUS PISTOIA

Come tutto ebbe inizio

L’idea nasce a Pistoia nel maggio 2011, quando un gruppo di ex compagni di classe delle elementari decidono di ritrovarsi, 40 anni dopo, per una cena.

Scoprono che uno di loro, Danilo, da circa 5 anni è stato colpito dalla Sclerosi laterale amiotrofica ed è tracheotomizzato, collegato ad un respiratore ed alimentato artificialmente.

Vanno a trovarlo a casa sua, inizia un’intensa frequentazione e rinasce una bella amicizia accompagnata da una nuova consapevolezza circa questa malattia.

Decidono allora di costituirsi in Associazione, e che ogni anno organizzeranno tra le altre cose una serata al Teatro Manzoni di Pistoia per sensibilizzare i cittadini sulla condizione dei malati di Sla e sulla necessità di sviluppare la ricerca per combattere questa malattia.